Recensione “La biblioteca dei morti” di Glenn Cooper

Hi guysssssss,
Sono ripetitiva lo so,ma mi devo scusare tantissimo con voi,miei fedeli amici per questo weekend di assenza sia qui che su instagram,ma non vi preoccupate oggi si recupera alla grande =)

Partiamo una recensione di un libro conosciuto da quasi tutti,dal titolo “La biblioteca dei morti” di Glenn Cooper che fa parte della trilogia della appunto “biblioteca dei morti”.

61Y0nSPQcQL._SL1240_ Glenn-Cooper_280x0

TRAMA
Questo romanzo comincia nel dicembre 782 in un’abbazia sull’isola di Vectis (Inghilterra), quando il piccolo Octavus, accolto dai monaci per pietà, prende una pergamena e inizia a scrivere un’interminabile serie di nomi affiancati da numeri. Un elenco enigmatico e inquietante.
Questo romanzo comincia il 12 febbraio 1947, a Londra, quando Winston Churchill prende una decisione che peserà sulla sua coscienza sino alla fine dei suoi giorni. Una decisione atroce ma necessaria.
Questo romanzo comincia il 10 luglio 1947, a Washington, quando Harry Truman, il presidente della prima bomba atomica, scopre un segreto che, se divulgato, scatenerebbe il panico nel mondo intero. Un segreto lontano e vicinissimo.
Questo romanzo comincia il 21 maggio 2009, a New York, quando il giovane banchiere David Swisher riceve una cartolina su cui ci sono una bara e la data di quel giorno. Poco dopo, muore. E la stessa cosa succede ad altre cinque persone. Un destino crudele e imprevedibile.
Questo romanzo è cominciato e forse tutti noi ci siamo dentro, anche se non lo sappiamo.
Perché non esiste nulla di casuale.
Perché la nostra strada è segnata.
Perché il destino è scritto.
Nella Biblioteca dei Morti.
RECENSIONE
E TUTTO SCRITTO O SIAMO NELLE MANI DEL DESTINO?
La biblioteca dei morti” è un romanzo thriller,ecco la prima cosa da specificare,non è assolutamente thriller.Narra storie diverse accomunate dal fatto che si cerca il killer DOOMSDAY ovvero IL GIORNO DEL GIUDIZIO. Questo “Killer” manda delle cartoline alle vittime con scritta una data e una bara,una cartolina che fa capire ai poliziotti che è un avvertimento e che per loro arriverà la morte.Tutto questo nell’anno 2009.Poi con diversi salti temporali ci spostiamo al 7/7/777 quando una donna mette al mondo due gemelli e muore subito dopo il parto.Il padre di queste creature è il settimo figlio e loro sarebbero il settimo e l’ottavo figlio di un settimo figlio.Una famiglia di 7.Appena esce il primo credendo che fosse figlio del demonio prende questa piccola creatura è la uccide,che poi mi chiedo chi è tanto scemo da uccidere il proprio figlio?Ma questo idiota del padre ha fatto un errore infatti non ha ucciso il suo settimo figlio,ma l’ottavo e ha tenuto il settimo,una morte senza significato! Non potendo badare al figlio all’età di 4 anni lo porta in un convento e poi tra varie storie si capisce che è speciale,In che modo? Scopritelo.Poi ci spostiamo negli anni ’40 quando l’Inghilterra e gli USA si stanno rimettendo in sesto dopo la grande guerra.A questo punto Churchill viene chiamato per nascondere un grande segreto che verrà mantenuto appunto segreto nell’area 51.Non voglio rivelarvi niente di più quindi leggetelo per scoprirlo.
[CONTIENE SPOILER]
Un libro molto piatto,l’ho letto in 4 giorni perchè è molto scorrevole e facile da leggere,ma la trama e il succo del libro si capisce da subito.Sarebbe stata bella l’idea di una biblioteca segreta dove il governo degli Stati Uniti tiene sotto controllo morti e nascite fino al 2027,ma doveva essere scritto forse in modo un pò diverso.E’ troppo scontato,si capisce subito dove l’autore vuole andare a parare.Si capisce che sto killer non esiste,si capisce subito che Mark è in mezzo a questa storia.Poi l’autore ci ha messo anche un impossibile e alquanto strana storia d’amore con la collega un pò forzata.Devo dire ottima idea,ottime le parole,ma poco sviluppo della storia.Non ti mette l’ansia,non ti fa dire “Lo devo leggere per vedere come finisce” ASSOLUTAMENTE NO! L’unica cosa che pensavo io e che devo leggerlo per finirlo e non riprenderlo più!!!

 

Precedente L'isola delle farfalle-Recensione Successivo Il tribunale della anime di Donato Carrisi