Il tribunale della anime di Donato Carrisi

Buongiorno miei cari lettori,
oggi vi sto deliziando con alcune delle mie recensioni e dopo Glenn Cooper passiamo al grande,e tra i miei autori preferiti, DONATO CARRISI ed il suo romanzo più conosciuto
IL TRIBUNALE DELLE ANIME
TRAMA:
Roma è battuta da una pioggia incessante. In un antico caffè, vicino a piazza Navona, due uomini esaminano lo stesso dossier.
Una ragazza è scomparsa. Forse è stata rapita, ma se è ancora viva non le resta molto tempo.
Uno dei due uomini, Clemente, è la guida. L’altro, Marcus, è un cacciatore del buio, addestrato a riconoscere le anomalie, a scovare il male e a svelarne il volto nascosto. Perché c’è un particolare che rende il caso della ragazza scomparsa diverso da ogni altro. Per questo solo lui può salvarla.
Ma, sfiorandosi la cicatrice sulla tempia, Marcus è tormentato dai dubbi. Come può riuscire nell’impresa a pochi mesi dall’incidente che gli ha fatto perdere la memoria?
Anomalie. Dettagli.
Sandra è addestrata a riconoscere i dettagli fuori posto, perché sa che è in essi che si annida la morte. Sandra è una fotorilevatrice della Scientifica e il suo lavoro è fotografare i luoghi in cui è avvenuto un fatto di sangue. Il suo sguardo, filtrato dall’obiettivo, è quello di chi è a caccia di indizi. E di un colpevole.
Ma c’è un dettaglio fuori posto anche nella sua vita personale. E la ossessiona.
Quando le strade di Marcus e di Sandra si incrociano, portano allo scoperto un mondo segreto e terribile, nascosto nelle pieghe oscure di Roma. Un mondo che risponde a un disegno superiore, tanto perfetto quanto malvagio.
Un disegno di morte.
Perché quando la giustizia non è più possibile, resta soltanto il perdono.
Oppure la vendetta.
Questa è la storia di un segreto invisibile eppure sotto gli occhi di tutti. Questa è la storia di un male antico ed eterno e di chi lotta per contrastarlo. Questa è una storia basata su fatti veri, ispirata a eventi reali: la sfida non è crederci, ma accettarlo.

81Di+lbvkmL._SL1500_

RECENSIONE:
L’AMORE TI PORTA ALLA VERITÀ.
Il tribunale delle anime” è stato uno dei libri migliori che abbia mai letto.Recensirlo è un pò difficile per me essendo stato davvero davvero molto entusiasmante. Questo libro brevemente parla di varie storie,precisamente 3,che apparentemente sembrano viaggiare ognuna in un binario diverso,ma che alla fine hanno delle cose in comune e si ritrovano insieme.Ci sono vari personaggi,primari e secondari ugualmente importanti.Marcus,Devok e Clemente che vivono in parallelo a Sandra che cerca di trovare la verità sulla morte del marito.Strane coincidenze si intrecciano in questo thriller. Un libro che vi terrà col fiato sospeso,che vi farà un pò temere che qualcuno sia con voi e vi segue in silenzio.UN THRILLER CON I FIOCCHI.
[Contiene Spoiler]
Dove avervi illustrato brevemente la storia vi dico un pò cosa ne penso…
All’inizio non capivo bene,soprattutto perchè ci sono sbalzi temporali con solo scritto “IERI” “OGGI” “4 GIORNI FA” e non capivo a cosa si riferivano e come queste storie potessero essere collegate.Poi ho capito,perchè nei thriller tutto ha un senso,le parole sono messe nel posto giusto e veramente ti fa scoprire cose VERE di cui pochi sono a conoscenza.Io personalmente non sapevo l’esistenza passata della PAENITENTIARIA APOSTOLICA non pensavo che comunque la chiesa potesse istituire un tale organizzazione per assolvere determinati peccati. Se esiste veramente tutt’ora un archivio del male,dove ci sono confessioni di seria killer o di persone di stampo mafioso,bhe io vorrei saperlo da cittadina italiana libera,ma andiamo oltre.Sandra è alla ricerca della verità su suo marito,chi lo ha ucciso?E’ stato un terribile incidente o qualcuno l’ha ucciso di proposito? Tanti interrogativi che affliggeranno anche voi.Ma nonostante tutto il materiale che riuscirete e carpire dal romanzo VI ASSICURO IL FINALE NON E’ COME VI ASPETTATE!
Inoltre a queste due storie (Marcus e Sandra) si intreccia una terza di un presunto “professore” che cerca la verità su un caso scientifico molto interessanti i cosìdetti “TRASFORMISTI” che vi assicuro non hanno niente a che fare con la politica!!Davvero un caso strano e vi assicuro che il finale non è così scontato come si può pensare!!!
Precedente Recensione "La biblioteca dei morti" di Glenn Cooper Successivo Sarai solo mia- Mary Higgins Clark