Il superstite-Wulf Dorn-Recensione

Hi guyssssssss,sono tornata per voi e per me! Quando non scrivo nel blog non mi sento completa. Oggi vi lascio delle nuove recensioni tra un capitolo e l’altro di studio,ma vorrei che il blog diventasse qualcosa di più particolare e personale,infatti penso che scriverò non solo di libri,ma di tutto quello che mi interessa condividere con voi che si tratti di film,telefilm,trucchi eccetera eccetera =)
Spero che questa mia scelta vi piaccia <3
Bando alle ciance,vi lascio alla recensione e alla trama di questo libro stupendo e bestseller di Wulf Dorn 

IL SUPERSTITE

91dwi6ELKmL._SL1500_

TRAMA LA TROVATE SE ANDATE UN PO’ PIU’ GIU’ NEL BLOG

LA VITA È UN CAMPO DI BATTAGLIA

Io amo,amo follemente Wulf Dorn e forse con questa frase ho detto tutto!
Io lessi prima di questo “Follia Profonda“che vede lo stesso protagonista,ma è il secondo libro infatti li ho invertiti e mi sono ritrovata a chiedermi diverse cose quando lo lessi,con questo ho trovato tantissime risposte.
Penso che conterrà spoiler,ma non significativi
Troviamo un giovane Jan alla ricerca continua della verità sul suo passato,su quel male che ha praticamente ucciso la sua famiglia. Una notte di inverno fra freddo e neve un piccolo Jan dodicenne,vede morire la figlia del suo vicino di casa. Convinto che i libri siano fonte di verità,legge che con un registratore e tornando nel luogo del delitto si possa registrare la voce del defunto. Allora decide di provarci prende cappotto e guanti e attraversando la strada si trova in quel parco,quel parco maledetto. Arrivato al punto in cui si mette ad aspettare sente che qualcuno lo segue e a quel punto vede il piccolo Sven fratello di 7 anni di Jan,si arrabbia,ma alla fine lo tiene con se.Lo mette seduto sulla panchina e il tempo di fare pipì Sven scompare. Inizia così la folle corse al ritrovamento del fratello. Vivo o morto? Chi lo ha rapito? Il padre parte dopo una chiamata improvvisa,ma un tragico incidente fa si che quella fuga segni la sua morte. Morto Sven,morto il padre,la madre cade in profonda depressione e lui viene mandato in collegio. Ricomincia una vita,diventa psichiatra come suo padre,ma l’ombra del dubbio non lo abbandona fino a questo punto il punto in cui ci svelerà tutto,sapremo cosa è successo a Sven e soprattutto chi è stato!
Un thriller incalzante,che ti tiene incollato al libro,riga dopo riga,pagina dopo pagina. Colpi di scena a non finire e molte morti. Tanti personaggi,io per ricordarli ogni volta che li incontravo li scrivevo in prima pagina e scrivevo il ruolo.
Un altro capolavoro di questo splendido autore!!
Precedente I Love Spring Book Tag Successivo Hollow City-Recensione